LILT for Women – Campagna Nastro Rosa

Il cancro al seno ha raggiunto il primato assoluto a livello di incidenza, attestandosi come il tumore più frequente. Lo scorso anno infatti sono state registrate 52.800 donne italiane che hanno ricevuto questa diagnosi, con un trend in sensibile crescita. Paradossalmente però, a fronte di questo aumento dei casi di cancro, si registra una, sia pur lieve ma costante, diminuzione della mortalità: ci si ammala di più, ma si muore di meno!

Ci si ammala di più perchè, oltre l’innalzamento dell’aspettativa di vita, sono sensibilmente aumentati i fattori di rischio che determinano lo sviluppo di questa patologia e si muore di meno perchè oggi disponiamo di una tecnologia avanzata e sempre più sofisticatamente innovativa, che ci permette di individuare lesioni tumorali millimetriche, con un basso grado di aggressività, un indice di malignità molto limitato ed un processo evolutivo metastatico della malattia (diffusione in altri organi e/o apparati) pressochè trascurabile / nullo.

Tanto grazie ad una diagnostica sempre più precisa, attenta, puntuale, come l’ecografia con elastosonografia, il mammografo (3D) con tomosintesi, la mammografia con mezzo di contrasto, la Risonanza Magnetica Mammaria (RMM).

Per di più disponiamo di trattamenti medici targhettizzati, pressochè “sartorializzati” con farmaci intelligenti, “a bersaglio” che garantiscono percorsi diagnostico-terapeutici “ad personam”.