Post in evidenza

Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa” – XLII edizione

Pubblichiamo il bando della XLII edizione del Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”, in collaborazione con:

Associazione Medici Scrittori Italiani (AMSI)
Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Parma
Università degli Studi di Parma
Università Popolare di Parma
LILT di Reggio Emilia – Luoghi di Prevenzione

e con il patrocinio della Regione Emilia Romagna

AVVISO!! Si comunica che è prorogata fino al 30 settembre 2022 la scadenza per la partecipazione alla XLII edizione del Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”. Si ricorda che gli elaborati dovranno essere spediti all’indirizzo e-mail premioletterariomusa@gmail.com, corredati dai relativi allegati.

Post in evidenza

LILT for Women – Campagna Nastro Rosa 2021

Parma si tinge di rosa per la prevenzione dei tumori femminili

Lilt, Breast Unit delle Aziende sanitarie e Istituzioni promuovono una serie di iniziative per diffondere l’importanza della prevenzione

Attenzione ai fattori di rischio e diagnosi precoce: si chiama prevenzione ed è l’obiettivo al centro della campagna Lilt per le donne promossa a Parma e provincia nel mese di ottobre. Il calendario comprende numerose proposte, prima tra tutte, l’offerta gratuita per le donne dai 45 ai 74 anni di mammografie gratuite messe a disposizione dall’Azienda Usl nel mese di ottobre e di visite senologiche presso gli ambulatori LILT di Parma e provincia (per info: 0521.988886).

A Fidenza, sabato 9 e domenica 10 ottobre all’Oratorio di San Giorgio mostra fotografica dal titolo #dinfinito e poi… Anime Musica e Parole. Nel pomeriggio di sabato ore 17, sempre all’Oratorio di San Giorgio, concerto di musica da camera con Carla They (arpa), Marina Mammarella (violino) e Agide Bandini (contrabbasso).

La mostra fotografica si sposterà a San Polo di Torrile nella sede del Municipio sabato 16 ottobre.

A Parma, lunedì 11 ottobre alle ore 17, presso la sede dell’Assistenza pubblica in via Gorizia 2, si terrà l’incontro pubblico “Le problematiche attuali della prevenzione: obesità e tumore” a cui interverranno Enzo Molina, Presidente Lilt, Leone Arsenio ideatore dell’Obesity Week, Antonino Musolino e Francesco Leonardi alla guida rispettivamente della Breast Unit interaziendale e Oncologia medica del Maggiore.

Sabato 30 ottobre doppio appuntamento presso l’abbazia di San Giovanni Evangelista. Alle ore 10, nella magnifica cornice della biblioteca, cerimonia di premiazione della XLI edizione del Premio letterario nazionale “Flaminio Musa”; dalle 10 alle 19, sul sagrato dell’abbazia, esposizione “L’esercito di sagome colorate”, realizzatainsieme alle associazioni La Doppia Elica, Loto, Mamma Trovalavoro e a Mao Fusina. Un esercito di 300 sagome create da artisti, volontari e appassionati in vendita a scopo benefico per finanziare l’acquisto di  un software che renderà possibile l’esecuzione della CESM, una mammografia con mezzo di contrasto, alternativa alla RMN, per il Centro senologico del Maggiore di cui è responsabile Cecilia D’Aloia.

Inoltre, nel mese di ottobre, il Municipio di Parma e le sedi delle Aziende sanitarie, insieme a palazzi e monumenti in provincia, saranno illuminati di rosa per ricordare alla cittadinanza l’importanza della prevenzione dei tumori femminili per l’intera collettività. A sugellare la collaborazione il saluto dell’assessore alla Sanità del Comune di Parma Nicoletta Paci e, in rappresentanza dell’Ordine dei Medici di Parma, di Mariangela Dardani.

“Mai come quest’anno si impone una ripresa e un potenziamento dell’attività di prevenzione oncologica – rimarca Enzo Molina, presidente LILT Parma – I dati indicano che annualmente ci sono circa 55 mila nuovi casi di tumore al seno con un trend in crescita. LILT, anche attraverso i progetti di ricerca e i suoi circa 400 ambulatori territoriali a livello nazionale, si è resa disponibile a collaborare in modo tangibile con le strutture del servizio sanitario per diffondere la cultura della prevenzione come metodo di vita”.

“Le iniziative vogliono valorizzare la prevenzione con le sue diverse azioni che possono modificare il rischio di tumore al seno e ridurne la mortalità, sia nella intera popolazione femminile dai 45 ai 74 anni sottoposta allo screening mammografico che nelle donne, anche più giovani, con predisposizione ereditaria ai tumori della mammella e dell’ovaio – rilevano Ettore Brianti e Romana Bacchi, rispettivamente direttore sanitario del Maggiore e Sub commissario sanitario dell’Azienda Usl-  sottolineando il forte e positivo impatto della collaborazione tra Aziende sanitarie, professionisti, volontariato e cittadinanza, con  al centro i servizi integrati  della Breast Unit interaziendale, una struttura che mira a rispondere a 360 gradi al bisogno della persona”.

“E’ con grande orgoglio che posso annunciare proprio per l’ottobre rosa l’avvenuto accreditamento internazionale EUSOMA – European Society of Breast Cancer Specialists– della Breast Unit di Parma – spiega Antonino Musolino, suo responsabile – Delle circa 140 Unità distribuite sul territorio nazionale, sono solo una ventina quelle che hanno ottenuto questo prestigioso riconoscimento, che attesta l’elevata qualità degli interventi diagnostici e terapeutici e l’abnegazione di tutti i professionisti che la compongono”.

Tutte le iniziative sono sostenute e patrocinate dalle Azienda sanitarie, Ateneo, Comune e Provincia di Parma oltre a Ordine dei medici e Breast Unit interaziendale, di cui sono parte: lo Screening mammografico di Ausl, la Radiologia senologica ospedaliera e provinciale, la Chirurgia senologica, l’Oncologia medica ospedaliera e territoriale, la Radioterapia, la Medicina nucleare, la Chirurgia plastica, la Medicina riabilitativa, l’Anatomia patologica, il Servizio di Counseling genetico-oncologico per il rischio ereditario e il Registro tumori, oltre a diverse associazioni di volontariato.

Post in evidenza

Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”

L’Associazione Provinciale LILT Parma A.P.S. in collaborazione con AMSI (Associazione Medici Scrittori Italiani), Ordine dei Medici di Parma, Università di Parma, Università Popolare di Parma, indice per l’anno 2020 la XLI edizione del Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”.

Gli elaborati dovranno trattare una tematica inerente ad una situazione di carattere neoplastico e manifestare, attraverso l’originalità, il contenuto dei pensieri, l’espressione culturale, gli stati d’animo, per un coinvolgimento dei cittadini nella lotta contro i tumori.

Il concorso è aperto alle seguenti sezioni:

  • Medici
  • Psicologi
  • Studenti
  • Amici della LILT (chiunque al momento dell’iscrizione al concorso sia già socio della LILT o effettui l’iscrizione all’Associazione)

Gli elaborati dovranno essere inviati all’indirizzo premioletterariomusa@gmail.com entro e non oltre il 15 settembre 2020.

Convocazione Assemblea dei Soci

ASSEMBLEA DEI SOCI

ASSOCIAZIONE PROVINCIALE LILT PARMA A.P.S.

Si comunica che l’Assemblea dei Soci dell’Associazione Provinciale LILT Parma A.P.S. è convocata in prima convocazione il giorno mercoledì 23 novembre 2022 alle ore 7.00 ed in seconda convocazione il giorno

GIOVEDI’ 24 NOVEMBRE 2022 ALLE ORE 17.30

esclusivamente in modalità online con il seguente ordine del giorno:

  1. Modifica dell’art. 14 punto 4 dello statuto come richiesto obbligatoriamente dalla Direzione Regionale del Ministero del Lavoro e Delle Politiche Sociali ai fini dell’iscrizione al Registro Unico Terzo Settore dell’Associazione, nel modo seguente: Articolo 14 – punto 4Possono partecipare alle sedute del CDP, senza diritto di voto, i soci che abbiano esercitato, senza demerito, il mandato di Presidente della Sezione per almeno due mandati. Partecipano altresì alle riunioni consiliari, sempre senza diritto di voto, il direttore sanitario degli ambulatori, ove questo esista, dell’Associazione, nonché un rappresentante eletto delle delegazioni comunali.”
  2. Varie ed eventuali

Il diritto di intervenire all’Assemblea dei soci è regolamentato dall’articolo 10. Titolo Terzo – Organi dell’Associazione – dello Statuto dell’Associazione Provinciale LILT Parma A.P.S. In particolare si ricorda che il socio deve essere in regola con l’iscrizione per l’anno 2022 ed iscritto da almeno tre mesi. Per partecipare all’assemblea ogni socio dovrà inviare un’email all’indirizzo parma@lilt.it con indicati nome e cognome, allegando un proprio documento di identità in corso di validità, ed eventuali deleghe (ciascuna corredata da un documento di identità in corso di validità del delegante). Si ricorda che non è consentito presentare più di tre deleghe. Una volta ricevuta la richiesta di partecipazione, la segreteria provvederà ad inviare il link di collegamento all’assemblea.

Il Presidente
Prof. Enzo Molina

Salute e stile di vita

Un incontro aperto alla cittadinanza, nell’ambito dell’Obesity Week

Giovedì 6 ottobre alle ore 17.00 presso la Sala riunioni del Parma UniverCity Infopoint (sottopasso del Ponte Romano), si terrà un incontro sul tema “Salute e stile di vita” nell’ambito dell’Obesity Week, con la partecipazione del Prof. Leone Arsenio (ideatore dell’Obesity Week), del Prof. Antonio Bonetti (Delegato CONI per la provincia di Parma) e della Dr.ssa Angelica Sikokis (Medico della Breast Unit Interaziendale della provincia di Parma); modererà il Presidente LILT Parma, Prof. Enzo Molina.

LILT for Women 2022 – Campagna Nastro Rosa

Se diagnosticato precocemente, il cancro al seno è potenzialmente del tutto guaribile: la probabilità di guarigione per tumori che misurano meno di un centimetro è infatti di oltre il 90%. Il claim della campagna Nastro Rosa di quest’anno “Prevenzione: la migliore amica di ogni donna” vuole quindi ribadire l’importanza dei controlli periodici, dell’autopalpazione e delle indagini diagnostico-strumentali sin da giovani, con l’ambizione di raggiungere, nel giro di pochi anni, la mortalità zero per carcinoma alla mammella.

Con circa 60.000 nuovi casi stimati per il 2022 il cancro al seno è il big killer numero uno, rappresentando quasi il 30% di tutte le neoplasie» dichiara il prof. Francesco Schittulli, senologo-chirurgo oncologo e presidente della LILT. «Trenta anni fa la metà delle donne con un tumore al seno operato moriva. Oggi la sopravvivenza a 10 anni si attesta all’80% circa. Il merito è degli operatori sanitari, del crescente ruolo della prevenzione secondaria grazie a diagnosi sempre più precoci, della ricerca e anche dell’impegno, quotidiano e capillare, della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori che, da 100 anni, promuove la cultura della prevenzione come metodo di vita.

Anche quest’anno LILT Parma e Aziende sanitarie celebrano la Campagna Nastro Rosa, mettendo a disposizione delle donne visite e mammografie gratuite nel mese di ottobre.

Per info e prenotazioni delle visite assicurate da LILT e delle mammografie assicurate dal Centro mammografico dell’Ausl, sarà a disposizione il numero di LILT Parma 0521.988886 dal lunedì al venerdì (8.30 – 12.30 e 15.00 – 18.00).

Giovedì 6 ottobre alle ore 17.00 presso la Sala riunioni del Parma UniverCity Infopoint (sottopasso del Ponte Romano), si terrà un incontro sul tema “Salute e stile di vita” nell’ambito dell’Obesity Week, con la partecipazione del Prof. Leone Arsenio (ideatore dell’Obesity Week), del Prof. Antonio Bonetti (Delegato CONI per la provincia di Parma) e della Dr.ssa Angelica Sikokis (Medico della Breast Unit Interaziendale della provincia di Parma); modererà il Presidente LILT Parma, Prof. Enzo Molina.

Seguiranno: venerdì 21 ottobre, presso il circolo AVIS Fenalc di Noceto, una serata informativa dedicata al tumore al seno, con la partecipazione di alcuni medici della Breast Unit di Parma; domenica 23 ottobre un concerto benefico presso il Teatro Tanzi di Felegara, dove si esibirà l’orchestra I Fiatoni, diretta dal Maestro Michele Grassani con la partecipazione del Maestro Sebastiano Rolli; martedì 25 ottobre un incontro, sempre nell’ambito della prevenzione primaria dedicata al tumore al seno, rivolto alle dipendenti di una nota azienda sartoriale di Soragna.

A chiusura del mese, sabato 29 ottobre alle ore 10.00, la cerimonia di premiazione della XXLII edizione del Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”.

LILT Parma comunica che l’attuale tema inerente il caro energia che coinvolge famiglie, enti e aziende pubbliche e private, non consenta di chiedere le consuete illuminazioni in rosa di edifici e monumenti. Sarà pertanto rimandata alla discrezione di ogni Comune, ente o azienda, la decisione in merito. LILT Parma tuttavia, esporrà come segno distintivo, ove richiesto, una panchina rosa dedicata alla Campagna.

Tutte le iniziative sono sostenute e patrocinate dalle Azienda sanitarie, Ateneo, Comune e Provincia di Parma oltre a Ordine dei medici e Breast Unit interaziendale.

Convocazione Assemblea dei Soci

ASSEMBLEA DEI SOCI

ASSOCIAZIONE PROVINCIALE LILT PARMA A.P.S.

Si comunica che l’Assemblea dei Soci dell’Associazione Provinciale LILT Parma A.P.S. è convocata in prima convocazione il giorno martedì 18 ottobre 2022 alle ore 7.00 ed in seconda convocazione il giorno

MERCOLEDI’ 19 OTTOBRE 2022 ALLE ORE 17.00

esclusivamente in modalità online con il seguente ordine del giorno:

  1. Approvazione del bilancio preventivo 2023
  2. Varie ed eventuali

L’accesso sarà consentito solo a chi munito di Green pass e mascherina.

Il diritto di intervenire all’Assemblea dei soci è regolamentato dall’articolo 10. Titolo Terzo – Organi dell’Associazione – dello Statuto dell’Associazione Provinciale LILT Parma A.P.S. In particolare si ricorda che il socio deve essere in regola con l’iscrizione per l’anno 2022 ed iscritto da almeno tre mesi. Per partecipare all’assemblea ogni socio dovrà inviare un’email all’indirizzo parma@lilt.it con indicati nome e cognome, allegando un proprio documento di identità in corso di validità, ed eventuali deleghe (ciascuna corredata da un documento di identità in corso di validità del delegante). Si ricorda che non è consentito presentare più di tre deleghe. Una volta ricevuta la richiesta di partecipazione, la segreteria provvederà ad inviare il link di collegamento all’assemblea.

Il Presidente
Prof. Enzo Molina

Proroga scadenza Premio Letterario “Flaminio Musa”

Si comunica che è prorogata fino al 30 settembre 2022 la scadenza per la partecipazione alla XLII edizione del Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”. Si ricorda che gli elaborati dovranno essere spediti all’indirizzo e-mail premioletterariomusa@gmail.com, corredati dai relativi allegati.

La LILT al Giro d’Italia

Giro d’Italia e LILT si uniscono nella lotta contro il cancro

Il Giro d’Italia e la LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – si uniscono per perseguire uno degli obiettivi primari dell’associazione che dal 1922 si impegna, sotto la vigilanza del Ministero della Salute, nella lotta contro il cancro: la promozione, su tutto il territorio italiano, della cultura della prevenzione oncologica come metodo di vita.

In qualità di Charity Partner del Giro, la LILT seguirà tutte le tappe del percorso attraversando la Penisola – dalla Sicilia al Veneto – con l’intento di diffondere consapevolezza e sensibilizzare l’opinione pubblica tramite una corretta informazione ed educazione sanitaria. In ogni villaggio di partenza sarà infatti presente un presidio LILT che, grazie al sostegno delle Associazioni provinciali e della fitta rete di volontari, metterà a disposizione materiale informativo e illustrativo, offrirà suggerimenti relativi ai principi cardine della prevenzione primaria e consigli in merito alle visite di controllo periodiche per promuovere la cultura della salute e del benessere.

La partnership fa parte delle iniziative messe in campo nel 2022 per celebrare il centenario dell’associazione: un’occasione unica per ribadire l’impegno della LILT su tutto il territorio nazionale e la sua costante presenza al fianco di malati, famiglie e caregiver prendendosi cura di loro e donando loro supporto, non solo fisico, ma anche psicologico e sociale.

“Il traguardo finale della LILT, un futuro senza cancro, si raggiunge anche correndo su due ruote: la regolare attività sportiva rientra infatti tra i comportamenti consigliati nella prevenzione primaria per evitare il progressivo aumento di peso e i dannosi effetti determinati dalla sedentarietà, che rappresentano uno dei fattori di rischio nell’insorgere del cancro. Inoltre, l’attività fisica e sportiva hanno un effetto molto positivo contro ansia e depressione, contribuendo a ridurre l’insorgenza delle malattie croniche” commenta il Presidente della LILT Francesco Schittulli.

Roberto Salamini, Head of Marketing e Comunicazione RCS Sport ha dichiarato: “Il Giro d’Italia ha da sempre a cuore la responsabilità sociale ed ha sempre collaborato con tanti charity partner nelle varie edizioni. Quest’anno siamo orgogliosi di avere una partnership importante come quella con LILT che sarà anche presente in tutte le tappe della Corsa Rosa nel nuovo villaggio denominato GIROLAND – dalla Sicilia fino a Verona – per sensibilizzare sui temi relativi alla lotta contro i tumori. La social responsibility è un asset fondamentale non solo del Giro d’Italia ma di tutto il gruppo RCS “.

E poiché nella prevenzione primaria l’attività fisica va di pari passo con una sana alimentazione, nelle postazioni LILT presenti alla partenza di ogni tappa verranno distribuite gratuitamente bottiglie di olio di Calabria IGP, come simbolo del tradizionale modello alimentare mediterraneo, ritenuto uno dei più efficaci per la protezione della salute.
Un altro tassello fondamentale per la lotta al cancro è senza dubbio la ricerca, per questo – in occasione del Giro d’Italia – verranno distribuite le cartoline con l’indicazione per la donazione del 5×1000, fondi che ogni anno vengono investiti dalla LILT per finanziare ricerche in campo oncologico e borse di studio riservate a giovani neolaureati.
Nell’ultimo decennio sono stati finanziati oltre 100 progetti per circa 20 milioni di euro, aventi particolare riferimento al miglioramento della qualità della prevenzione primaria, secondaria e dell’assistenza ai pazienti oncologici ed ai loro familiari.

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2022

Come ogni anno, in coincidenza dell’arrivo della primavera, si rinnova l’appuntamento con la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica (SNPO). É la campagna di sensibilizzazione che la LILT ha istituzionalizzato dal 2001 per diffondere nella comunità italiana la cultura della prevenzione come metodo di vita, fondamentalmente per vincere il cancro.

Oggi infatti, grazie alla prevenzione, la percentuale di tumori guaribili ha superato il 65% e possiamo affermare che il cancro non fa più paura, trattandosi di una patologia da considerare sempre più cronica. Tant’è che, a fronte di un costante annuale aumento dell’incidenza dei casi di cancro (oltre 1.000 al giorno nel nostro paese), si registra una seppur più lenta ma continua e progressiva diminuzione della mortalità.

La SNPO “parla” prevalentemente di prevenzione a tavola, sensibilizzando a una corretta alimentazione – che trova, in particolare e soprattutto, nella dieta mediterranea la sua espressione più completa – per contrastare l’insorgenza del 35% di tumori causati proprio dalle cattive abitudini alimentari.

Simbolo della SNPO è da sempre l’olio extra vergine di oliva 100% italiano, dalle preziose e scientificamente riconosciute qualità nutriceutiche.

Scopri di più sulla campagna: https://www.prevenireconlalilt.it

1922 | 2022 Testimonianze tra scienza e arte

Nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della LILT e della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, mercoledì 23 marzo p.v. alle ore 17.00 presso l’Aula dei Filosofi, si terràl’incontro per la presentazione del volume “1922|2022 Testimonianze tra scienza e arte, a cui seguirà la proiezione di un video che riporterà le testimonianze di alcune pazienti oncologiche. Porterà i suoi saluti il Magnifico Rettore dell’Università di Parma, Prof. Paolo Andrei, ed interverranno il Prof. Domenico Francesco Rivelli, Presidente di LILT Bologna, il Dr. Francesco Leonardi, Direttore dell’Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Parma, il Dr. Leone Arsenio, Responsabile scientifico Food and Nutrition del Centro Etica Ambientale di Parma, oltre al Prof. Enzo Molina, Presidente di LILT Parma. L’incontro è aperto alla cittadinanza nel rispetto dei limiti imposti dalle norme anti Covid ed è patrocinato dalla Regione Emilia Romagna e dal Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Parma.

Quando i fondatori della LILT, in quel lontano 25 febbraio 1922, decidono di muovere una guerra senza quartiere contro il cancro, la parola “prevenzione” non ha ancora il significato che le attribuiamo oggi. Eppure la grande intuizione di quei lungimiranti pionieri è di capire, molto in anticipo sui tempi, che uno degli alleati principali del cancro è il silenzio pesante e assordante che esiste sul tema. Hanno già bene in mente la strategia con cui affrontare un nemico così subdolo: certamente diagnosi precoce e cure tempestive, ma anche sensibilizzazione dell’opinione pubblica per demistificare la paura del cancro ed educare la popolazione a un rapido riconoscimento del male. L’obiettivo è chiaro fin dall’inizio: fornire dati e informazioni alla popolazione, ma anche alla classe medica, che in quegli anni è ancora impreparata ad affrontare con la necessaria convinzione ed efficacia la patologia tumorale. Un lavoro che goccia dopo goccia, ha portato a determinare cambiamenti sia nella consapevolezza generale che in quella dei singoli. Cambiamenti che hanno contribuito a cambiare i comportamenti delle persone, ad abbracciare abitudini virtuose (e ad abbandonare quelle dannose) presupposto per la salute individuale, ma anche per il risparmio in termini di spesa sanitaria. Promuovere stili di vita salutari, dunque, ma anche sensibilizzare sull’importanza della diagnosi precoce per cogliere tempestivamente le prime lesioni tumorali: questo significa “prevenzione primaria” per la LILT.

Dal 19 al 27 marzo 2022 si rinnova la Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica, un appuntamento annuale promosso dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per educare le persone alla prevenzione.

Visite di controllo periodiche, uno stile di vita sano che preveda attività motoria e un approccio al cibo che costituisca un booster per la nostra salute. Ecco i comportamenti essenziali che la LILT incoraggia attraverso questo evento primaverile ormai diventato tradizione. Come ogni anno, tema della campagna realizzata per comunicare la SNPO è la sana alimentazione e, da sempre, il simbolo scelto da LILT per la SNPO è uno degli ingredienti più rappresentativi della dieta mediterranea: l’olio extra vergine di oliva.