Serata dedicata alla prevenzione del tumore alla prostata

Nell’ambito della campagna LILT for Men – Percorso azzurro 2021, lunedì 29 novembre alle ore 20.45, si terrà presso il Teatro Tanzi di Felegara una serata dedicata al tema della prevenzione del tumore alla prostata. Interverranno il Dr. Andrea Loreto, specialista in urologia, ed il Prof. Enzo Molina, Presidente di LILT Parma. L’incontro è aperto al pubblico. Si consiglia comunque la prenotazione.

LILT for Men – Percorso azzurro 2021

“Percorso azzurro” LILT for Men è una nuova campagna di sensibilizzazione della LILT dedicata esclusivamente alle patologie tumorali della sfera genitale maschile.

I dati epidemiologici registrano che ogni anno circa il 55% dei tumori maligni vengono diagnosticati agli uomini, rispetto al 45% diagnosticato alle donne.

Le neoplasie “esclusivamente” maschili sono: il tumore alla prostata (che rappresenta la 3° causa di morte per gli uomini in tutto il mondo, ma tendenzialmente la prima per incidenza, essendo aumentata l’aspettativa di vita), e seppur più rari, il tumore al testicolo ed il carcinoma del pene.

Per decenni queste patologie tumorali sono state considerate quasi un vero e proprio tabù. Oggi l’atteggiamento psico-sociale sta cambiando e fondamentali passi avanti sono stati compiuti grazie alla prevenzione, alla diagnosi precoce, alla ricerca e alla terapia. Grazie ad una maggiore e costante corretta informazione si è in particolare sviluppata la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce che si stanno sempre più diffondendo e consolidando. Attraverso la prevenzione è infatti possibile oggi vincere il tumore! Bastano salutari, semplici comportamenti e periodici controlli clinico-strumentali.

La prevenzione e la diagnosi precoce oggi guariscono oltre il 60% dei casi di cancro e siamo altresì consapevoli che intensificando le campagne di sensibilizzazione potremmo arrivare già oggi ad una guaribilità superiore all’80%. Tuttavia, nonostante i miglioramenti scientifici avvenuti nel tempo, il livello di guardia deve restare ancora alto sul fronte della sensibilizzazione, soprattutto nei confronti dei giovani.

Questa certezza fa sì che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori sia sempre più attivamente impegnata sul fronte della prevenzione, intesa sia come prevenzione primaria (adozione di stili e comportamenti di vita salutari), sia come prevenzione secondaria (esami e controlli periodici per poter effettuare una vincente diagnosi precoce).

Prevenire significa vivere! L’informazione corretta e l’educazione alla salute sono elementi basilari per una efficace prevenzione.

XLI Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”

Sabato 30 ottobre alle ore 10.00 la cerimonia di premiazione presso la biblioteca di S. Giovanni Evangelista

Il Premio Letterario Nazionale “Flaminio Musa”, Medaglia d’argento del Presidente della Repubblica, dedicato al tema della malattia tumorale, è giunto al suo XLI anno di vita. L’originalità del Premio, realizzato grazie alla forte volontà del Dottor Flaminio Musa, allora Presidente della sezione LILT di Parma, consiste nel trattare l’argomento con la più grande libertà d’ispirazione, dando spazio ad ogni divulgazione letteraria, fantasiosa e di autentico vissuto, purché riferita al tumore.

La cerimonia di premiazione della XLI, rinviata l’anno scorso a causa delle misure adottate contro la pandemia, si svolgerà sabato 30 ottobre alle ore 10.00 nella splendida cornice della biblioteca del Monastero di San Giovanni Evangelista. Per l’occasione saranno presenti: il Presidente Nazionale LILT, Prof. Francesco Schittulli; il Coordinatore Regionale LILT, Dott. Luigi Viana; i componenti della giuria; ospite gradito il Dr. Domenico Lombardi, pediatra e neuropsichiatra infantile. L’evento sarà accompagnato da alcuni interventi musicali dell’arpista Carla They.

L’evento è realizzato in collaborazione con AMSI, Università di Parma, Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Parma e Università Popolare di Parma, e con il patrocinio di Comune di Parma, Provincia di Parma, Azienda Ospedaliero – Universitaria e Azienda USL di Parma.

L’esercito delle sagome colorate

Un esercito di sagome colorate per sostenere il Centro senologico in vendita sul sagrato di San Giovanni

Esposte sabato 30 ottobre, nell’ambito del mese rosa di Lilt Parma, le opere firmate da artisti e volontari parmigiani

Un vero e proprio esercito di sagome colorate saranno installate e messe in vendita sul sagrato dell’Abbazia di San Giovanni Evangelista a Parma, sabato 30 ottobre. Il ricavato sarà destinato all’acquisto dello speciale software “CESM” da installare su un mammografo del Centro senologico dell’Ospedale Maggiore.

L’installazione è realizzata sul progetto dell’associazione La Doppia Elica – a partire da un’idea dell’architetto Mao Fusina – che ha raccolto il contributo di artisti e volontari parmigiani. Diventate veri e propri oggetti unici per valore artistico e dedizione nella realizzazione, ognuna delle trecento sagome è stata decorata singolarmente, nella misura di 80x 60 cm. Le associazioni Mamma Trovalavoro, Loto onlus Parma e la rassegna d’arte contemporanea QuadrilegiO hanno sostenuto l’intera iniziativa che rientra nell’ambito del Mese rosa 2021, coordinato da LILT Parma, in collaborazione con Azienda Ospedaliero-Universitaria, Azienda USL e Comune di Parma, con il patrocinio di Università, Ordine dei Medici e Provincia di Parma.

Nella stessa giornata due iniziative collaterali arricchiranno la raccolta fondi: un catalogo delle sagome a edizione limitata – con l’insieme delle foto alle sagome realizzate da Francesca Bocchia e il contributo editoriale di Giulio Belletti oltre alle visite guidate all’Abbazia di San Giovanni Evangelista realizzate a offerta con la guida turistica dell’Emilia Romagna Silvia Guarnieri.

L’obiettivo della campagna è quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne e uomini sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, informando il pubblico sugli stili di vita corretti e sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare.

 “Siamo orgogliosi perché con questa installazione la rete ha vinto: il nostro obiettivo era costruire insieme ai servizi sanitari, Istituzioni e associazioni di volontariato un progetto capace di promuovere la prevenzione dei tumori”, sottolinea Nella Faimali, presidente di La Doppia Elica.

“Il software  che verrà donato al Centro senologico permetterà a molte pazienti che ne hanno la necessità di effettuare una CESM (contrast enhanced spectral mammography) in sostituzione alla RMN mammaria, una prestazione  più tollerabile, di minor durata e minor costo, che consentirà inoltre di effettuare microbiopsie CESM guidate, laddove necessario”, precisa Cecilia D’Aloia del Centro senologico del Maggiore.

“Le associazioni Lilt e Doppia elica sono integrate alla Breast Unit interaziendale della provincia di Parma – sottolinea il responsabile Antonino Musolino – ne sostengono attivamente ruolo e funzioni. Ringraziamo in particolare tutti i volontari per questa iniziativa i cui proventi rafforzeranno le capacità diagnostiche della nostra squadra, confermando, ancora una volta che uniti si vince”.

L’installazione riprende il progetto “sagome”, proposto per la prima volta nel 2013 per l’anno internazionale della cittadinanza e successivamente per la manifestazione «PARMA CITTA’ APERTA» proposta a Parma nel 2020. Il progetto è stato realizzato alle Università di Parma, Milano e Firenze; in diversi comuni della provincia di Parma, lecco, Como, Varese e Milano, in Svizzera e nella città di Scandiano dove è stato prodotto, in contemporanea, il maggior numero di sagome in occasione di un convegno internazionale sulla creatività. L’obiettivo alla base della installazione è portare messaggi positivi, diffondere la sensibilità alla prevenzione dei tumori alla mammella e alla salute di tutti.

Parma città universitaria

Nuovi spazi per studiare

Nell’ambito delle progettualità di “Parma Città Universitaria” le associazioni cittadine mettono a disposizione i propri spazi comunali per supportare gli studenti universitari nel difficile momento causato dalla pandemia.

Offrire a tutti i ragazzi universitari che hanno scelto Parma per formarsi nuovi spazi studio: è questo l’obiettivo dell’appello, nato da un confronto tra Comune, Università di Parma e Consiglio degli Studenti nell’ambito delle progettualità di “Parma Città Universitaria”, lanciato alle Associazioni cittadine presenti nei locali comunali, che si sono prontamente messe a disposizione.

Nella situazione attuale, che ha portato a un nuovo modo di vivere la città e l’università, è necessario infatti ripensare le attività mantenendo sempre un distanziamento adeguato e creando nuovi spazi per gli studenti in maniera organizzata e coordinata così da garantire uno spazio sicuro a tutti.

Anche LILT Parma metterà quindi a disposizione, secondo le proprie possibilità, in varie fasce orarie e su prenotazione, uno spazio nel quale gli studenti svolgeranno le loro attività.

L’accesso avverrà esclusivamente tramite prenotazione.

LILT for Women – Campagna Nastro Rosa 2021

Parma si tinge di rosa per la prevenzione dei tumori femminili

Lilt, Breast Unit delle Aziende sanitarie e Istituzioni promuovono una serie di iniziative per diffondere l’importanza della prevenzione

Attenzione ai fattori di rischio e diagnosi precoce: si chiama prevenzione ed è l’obiettivo al centro della campagna Lilt per le donne promossa a Parma e provincia nel mese di ottobre. Il calendario comprende numerose proposte, prima tra tutte, l’offerta gratuita per le donne dai 45 ai 74 anni di mammografie gratuite messe a disposizione dall’Azienda Usl nel mese di ottobre e di visite senologiche presso gli ambulatori LILT di Parma e provincia (per info: 0521.988886).

A Fidenza, sabato 9 e domenica 10 ottobre all’Oratorio di San Giorgio mostra fotografica dal titolo #dinfinito e poi… Anime Musica e Parole. Nel pomeriggio di sabato ore 17, sempre all’Oratorio di San Giorgio, concerto di musica da camera con Carla They (arpa), Marina Mammarella (violino) e Agide Bandini (contrabbasso).

La mostra fotografica si sposterà a San Polo di Torrile nella sede del Municipio sabato 16 ottobre.

A Parma, lunedì 11 ottobre alle ore 17, presso la sede dell’Assistenza pubblica in via Gorizia 2, si terrà l’incontro pubblico “Le problematiche attuali della prevenzione: obesità e tumore” a cui interverranno Enzo Molina, Presidente Lilt, Leone Arsenio ideatore dell’Obesity Week, Antonino Musolino e Francesco Leonardi alla guida rispettivamente della Breast Unit interaziendale e Oncologia medica del Maggiore.

Sabato 30 ottobre doppio appuntamento presso l’abbazia di San Giovanni Evangelista. Alle ore 10, nella magnifica cornice della biblioteca, cerimonia di premiazione della XLI edizione del Premio letterario nazionale “Flaminio Musa”; dalle 10 alle 19, sul sagrato dell’abbazia, esposizione “L’esercito di sagome colorate”, realizzatainsieme alle associazioni La Doppia Elica, Loto, Mamma Trovalavoro e a Mao Fusina. Un esercito di 300 sagome create da artisti, volontari e appassionati in vendita a scopo benefico per finanziare l’acquisto di  un software che renderà possibile l’esecuzione della CESM, una mammografia con mezzo di contrasto, alternativa alla RMN, per il Centro senologico del Maggiore di cui è responsabile Cecilia D’Aloia.

Inoltre, nel mese di ottobre, il Municipio di Parma e le sedi delle Aziende sanitarie, insieme a palazzi e monumenti in provincia, saranno illuminati di rosa per ricordare alla cittadinanza l’importanza della prevenzione dei tumori femminili per l’intera collettività. A sugellare la collaborazione il saluto dell’assessore alla Sanità del Comune di Parma Nicoletta Paci e, in rappresentanza dell’Ordine dei Medici di Parma, di Mariangela Dardani.

“Mai come quest’anno si impone una ripresa e un potenziamento dell’attività di prevenzione oncologica – rimarca Enzo Molina, presidente LILT Parma – I dati indicano che annualmente ci sono circa 55 mila nuovi casi di tumore al seno con un trend in crescita. LILT, anche attraverso i progetti di ricerca e i suoi circa 400 ambulatori territoriali a livello nazionale, si è resa disponibile a collaborare in modo tangibile con le strutture del servizio sanitario per diffondere la cultura della prevenzione come metodo di vita”.

“Le iniziative vogliono valorizzare la prevenzione con le sue diverse azioni che possono modificare il rischio di tumore al seno e ridurne la mortalità, sia nella intera popolazione femminile dai 45 ai 74 anni sottoposta allo screening mammografico che nelle donne, anche più giovani, con predisposizione ereditaria ai tumori della mammella e dell’ovaio – rilevano Ettore Brianti e Romana Bacchi, rispettivamente direttore sanitario del Maggiore e Sub commissario sanitario dell’Azienda Usl-  sottolineando il forte e positivo impatto della collaborazione tra Aziende sanitarie, professionisti, volontariato e cittadinanza, con  al centro i servizi integrati  della Breast Unit interaziendale, una struttura che mira a rispondere a 360 gradi al bisogno della persona”.

“E’ con grande orgoglio che posso annunciare proprio per l’ottobre rosa l’avvenuto accreditamento internazionale EUSOMA – European Society of Breast Cancer Specialists– della Breast Unit di Parma – spiega Antonino Musolino, suo responsabile – Delle circa 140 Unità distribuite sul territorio nazionale, sono solo una ventina quelle che hanno ottenuto questo prestigioso riconoscimento, che attesta l’elevata qualità degli interventi diagnostici e terapeutici e l’abnegazione di tutti i professionisti che la compongono”.

Tutte le iniziative sono sostenute e patrocinate dalle Azienda sanitarie, Ateneo, Comune e Provincia di Parma oltre a Ordine dei medici e Breast Unit interaziendale, di cui sono parte: lo Screening mammografico di Ausl, la Radiologia senologica ospedaliera e provinciale, la Chirurgia senologica, l’Oncologia medica ospedaliera e territoriale, la Radioterapia, la Medicina nucleare, la Chirurgia plastica, la Medicina riabilitativa, l’Anatomia patologica, il Servizio di Counseling genetico-oncologico per il rischio ereditario e il Registro tumori, oltre a diverse associazioni di volontariato.

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica

Davide Oldani e Demetrio Albertini testimonial al fianco della LILT per ricordare l’importanza dei corretti stili di vita e delle visite periodiche per tenere lontano il cancro
Tanti consigli di prevenzione su www.prevenireconlalilt.it e numero gratuito di supporto SOS LILT sempre attivo all’800 998877

                  
Roma, 10 marzo 2021 – Anche quest’anno, con l’avvicinarsi della Primavera, la LILT-Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori presenta la XX edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, campagna di sensibilizzazione, istituita con decreto dell’allora Presidente del Consiglio, volta a diffondere la cultura della prevenzione e l’importanza di adottare un corretto stile di vita per tenere lontano il cancro.

Volti della campagna 2021, Davide Oldani, chef e inventore della cucina POP, una cucina basata sulla semplicità e su materie prime di qualità, esempio di uno stile alimentare gustoso ma soprattutto salubre, e Demetrio Albertini, una vita consacrata allo sport, per lavoro e per passione, dirigente sportivo e, prima, campione indimenticabile ovunque nel mondo sul campo da calcio. Due eccellenze che si fanno portavoce di queste semplici ma preziosissime regole: alimentarsi correttamente, praticare attività sportiva, dire no al fumo, limitare l’alcol, esporsi al sole con moderazione e sottoporsi a controlli clinico-sanitari periodici. Questo il messaggio che porta con sé la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, il cui simbolo da sempre, non a caso, è l’olio extra vergine di oliva, re della dieta mediterranea e amico della nostra salute.

Questo del tutto particolare storico momento socio-economico-sanitario sta insegnando a ciascuno di noi come la tutela della salute sia la cosa più preziosa che abbiamo. Salute che dipende in larga parte dalle scelte che compiamo ogni giorno, a partire dai piccoli gesti della vita quotidiana – è la riflessione del Presidente Nazionale della LILT Francesco Schittulli – dall’importanza di cosa mettiamo nel piatto, sino all’inserimento dell’attività fisica nelle nostre abitudini, al pari dello spegnere definitivamente la sigaretta e ricordarsi di sottoporsi a periodiche visite specialistiche di controllo. Possiamo fare moltissimo per allontanare il rischio cancro e vivere meglio. Basti solo pensare che oltre il 40% dei tumori sarebbe evitabile semplicemente adottando un corretto stile di vita, soprattutto a tavola. Il crescente fenomeno dell’obesità, ad esempio, è strettamente correlato all’insorgenza di tumori, oltre che di tante altre patologie ed i recenti studi – conclude Schittulli – hanno evidenziato come il sovrappeso sia direttamente proporzionale ad una prognosi negativa, con maggiore rischio di mortalità nelle persone affette da Covid-19”.

In questo momento così difficile per tutto il sistema sanitario, LILT continua a rimanere al fianco di chi lotta contro il cancro e ad impegnarsi quotidianamente per diffondere la cultura della prevenzione come prima arma per tenere lontana la malattia. Con la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica LILT invita, quindi, la cittadinanza a non trascurare o rimandare i controlli. Presso gli ambulatori LILT, circa 400 in tutta Italia, è possibile prenotare visite di prevenzione in senologia, ginecologia, endocrinologia, pneumologia, gastroenterologia e dei tumori della pelle.
Rimane inoltre sempre attivo il numero verde SOS LILT 800 998877 (lun-ven dalle 10:00 alle 15:00): voci di esperi potranno supportare e indirizzare chi chiama in cerca di aiuto per smettere di fumare, assistere un famigliare malato, conoscere i propri diritti come paziente, ricevere informazioni su come adottare uno stile di vita più salutare o individuare l’ambulatorio LILT più vicino.
 
La Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica è realizzata in partnership con FNOMCeO, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, ANCI-Associazione Nazionale Comuni Italiani, CONI-Comitato Olimpico Nazionale Italiano, CIA-Agricoltori Italiani e l’Associazione CITTÀ DELL’OLIO.

Ripresa attivita’ ambulatoriale

Sono ripresi gli ambulatori dedicati alle visite di diagnosi precoce per la prevenzione del tumore al seno e del melanoma, presso le sedi di Parma (Via Volturno 27/A) e di Medesano (Piazza Rastelli, 3). Si ricorda che la prenotazione è obbligatoria e gli appuntamenti potranno essere richiesti chiamando i seguenti numeri: a Parma 0521/988886; a Medesano 338/8887801 (seno) e 0525/422711 oppure 366/1793426 (nei). Abbiamo lavorato per riaprire in totale sicurezza, indispensabile per i nostri pazienti ed i nostri collaboratori.

Contributi pubblici – Anno 2019

Soggetto ricevente: Associazione Provinciale LILT Parma A.P.S.

Codice fiscale: 92066920346


Soggetto eroganteSomma incassataData d’incassoCausale
Comune di Salsomaggiore Terme€ 1.000,0024/01/2019Contributo comunale anno 2018
Azienda USL di Parma€ 10.000,0011/02/2019Contributo attività di screening anno 2018
Comune di Varano de’ Melegari€ 500,0025/02/2019Contributo comunale anno 2017
Comune di Varano de’ Melegari€ 500,0004/03/2019Contributo comunale anno 2018
Comune di Fontanellato€ 1.439,0005/03/2019Contributo comunale anno 2018 (saldo)
Comune di Fidenza€ 300,0015/03/2019Contributo comunale anno 2018
Comune di Medesano€ 2.100,0021/03/2019Contributo comunale anno 2018
Comune di Fontanellato€ 981,0021/05/2019Contributo comunale anno 2019 (acconto)
Stato€ 32.827,5507/08/2019Erogazione 5 per mille anno 2017
Azienda USL di Parma€ 10.000,0019/12/2019Contributo attività di screening anno 2019
Comune di Varano de’ Melegari€ 500,0019/12/2019Contributo comunale anno 2019
TOTALE EROGAZIONI€ 60.147,55

Altre sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti:

  • Con delibera del 30/12/2019 il Comune di Varano de’ Melegari ha concesso in uso gratuito fino al 31/12/2021, il locale sito al piano terra dell’edificio comunale in Via Martiri della Libertà n. 14, in conformità al principio di sussidiarietà e a titolo di vantaggio economico

LILT e ANCI per “LILT for Women”

Siamo lieti di comunicarvi che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) e L’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) hanno confermato la loro collaborazione per la prossima Campagna Nazionale “Nastro Rosa – LILT for Women) che si terrà nel prossimo mese di Ottobre.

L’importante protocollo di intesa intrapreso renderà ancora migliore la capacità di diffusione del messaggio della campagna nazionale “Nastro Rosa – LILT for Women” per la prevenzione del tumore al seno, e più in generale dei tumori femminili, che si terrà a Parma e in tutto il territorio provinciale dove si svolgeranno visite e consulenze gratuite presso gli spazi di prevenzione LILT.

Vi preghiamo di contattarci per essere aggiornati sullo svolgimento della Campagna di prevenzione.